Un nuovo impianto di illuminazione per il Comune di Vicchio

Pubblicato
Data di scadenza

Risparmio energetico, riduzione dell'inquinamento luminoso ed adeguamento alle nuove normative

I lavori partiranno lunedì e dureranno per circa 4 mesi
 

Partirà Lunedì 10 Aprile la prima fase dei lavori di rifacimento dell’intero impianto di illuminazione pubblica nel Comune di Vicchio. Lavori importanti che porteranno ad un complessivo rinnovamento ed adeguamento normativo delle linee e dei quadri elettrici, della sostituzione delle lampade con i led per un generale risparmio energetico ed una riduzione dell’inquinamento luminoso.

Nello specifico l’intervento interesserà un adeguamento di riqualificazione energetica con la sostituzione di quasi la totalità (98%) degli attuali punti luce con lampade Led, il cambio di 53 quadri elettrici con l’installazione di orologi astronomici che aiutano il risparmio, il rifacimento di circa 4 chilometri di linee elettriche sia nel centro storico che nelle frazioni .

Oltre a questo saranno sostituiti o riverniciati più di mille tra pali e staffe di supporto ed installati ben 1083 regolatori di flusso luminoso integrati nelle armature a led che permetteranno un risparmio energetico di circa il 56% rispetto di consumi attuali.

Il lavoro complessivo, che durerà per circa 4 mesi, è stato progettato e programmato da ATI Cofely Italia SpA – Diddi srl, impresa che ha vinto il bando (per 20 anni) per fornitura, esecuzione, gestione, manutenzione e interventi di miglioramento dell'efficienza energetica nella pubblica illuminazione del Comune di Vicchio.

“Grazie a questo importante intervento – spiega l’assessore ai lavori pubblici Angelo Gamberi – senza nessun aggravio finanziario per il Bilancio Comunale e senza nuovi mutui, avremo un impianto di illuminazione rinnovato ed adeguato alle nuove normative ma soprattutto riusciremo a dare una svolta decisa verso il risparmio energetico. Oltre il 50% di risparmio – conclude Gamberi – che permetterà al gestore del servizio di coprire i circa 800mila euro di investimenti”.